Pavimenti Industriali Radianti

Untilizzati per il riscaldamento a bassa temperatura.

Le tubazioni sono collocate a terra su materiale coibente isolante e successivamente inglobate nella massa di calcestruzzo. Il principio si basa sulla circolazione di acqua a bassa temperatura (fino a 40 °C) in un circuito chiuso, che si sviluppa coprendo una superficie radiante molto elevata.

BENESSERE TERMICO
Zone più calde a pavimento e più fredde a soffitto assicurano ai locali il benessere termico ideale.
RIDUZIONE COSTI
Il sistema di riscaldamento radiante ottimizza la diffusione del calore portando a sostenere minori spese.
ELEVATA RESISTENZA
Il mix design del calcestruzzo utilizzato viene progettato rispettando specifici standard di resistenza e durevolezza.

Pavimenti in Calcestruzzo senza Giunti

Adatto all’industria della logistica con sensibile risparmio sulla manutenzione.
I giunti di contrazione sono tagli realizzati sulla pavimentazione in calcestruzzo nelle prime ore successive al getto (entro le 48 ore) e interessano circa ¼ dello spessore della lastra. Queste soluzioni di continuità vengono create appositamente per controllare le deformazioni e i movimenti termoigrometrici della piastra dovuti al ritiro, ovvero all’evaporazione dell’acqua dalla massa di calcestruzzo. Così facendo potenziali fessurazioni vengono “invitate” a formarsi al di sotto del giunto stesso.

MANUTENZIONE MINIMA DELLA PAVIMENTAZIONE

Eliminare i giunti significa ottenere un risparmio nelle spese di manutenzione della pavimentazione in condizioni di traffico intenso.
RIDUZIONE DEI COSTI DI LOGISTICA
Minori spese di manutenzione dei carrelli elevatori, minor rischio di danni alle merci e riduzione di impedimenti alle operazioni di movimentazione.

SICUREZZA NELLE MOVIMENTAZIONI

Maggiore sicurezza per la salute degli operatori, grazie ad un abbassamento del rischio di incidenti.

Pavimenti in Calcestruzzo per Esterni

Pavimentazione resistente a gelo e disgelo e minima temperatura.
Aree di carico e scarico, adibite alla logistica, di transito e parcheggio: le pavimentazioni industriali per esterni sono continuamente sottoposte a usura a causa degli agenti atmosferici – shock termici dovuti ai cicli di gelo e disgelo oppure agli innalzamenti elevati di temperatura – e del passaggio di mezzi di trasporto. E’ importante che vengano realizzate a regola d’arte e con una maggiore attenzione rispetto alle pavimentazioni interne, rispettando precisi criteri che ne andranno a determinare la performance e la durata nel tempo.

RESISTENZA AGLI
SHOCK TERMICI

Il mix-design del calcestruzzo è formulato internamente
in modo da avere un rapporto acqua/cemento il più basso possibile.

IMPERMEABILI ALLE
INFILTRAZIONI
D’ACQUA

La bassa porosità del calcestruzzo impiegato non
permette all’acqua di penetrare nella pavimentazione.

MANUTENZIONE MINIMA
Grazie alle accortezze tecniche il pavimento non sarà esposto ai rischi.

 

 

 

Pavimento al Laser Screed

  • Riduzione dei giunti giornalieri di costruzione.
  • Impiego di un calcestruzzo ottimale, che presenta una quantità ridotta di acqua nell’impasto ed è quindi meno soggetto a ritiri in fase di manutenzione.
  • Tempi di posa che consentono di conservare al meglio tutte le caratteristiche proprie del calcestruzzo e di migliorare sensibilmente le quantità del pavimenti.

Il saper prevenire le possibili problematiche in una pavimentazione industriale, per Studio Tecnico Max, è direttamente legato alla scelta dei materiali utilizzati;

le fibre metalliche, sintetiche, gli indurenti superficiali, la scelta delle diverse tipologie di giunti, il controllo della maturazione, sono tutti elementi che rendono Studio tecnico Max una delle aziende leader del settore.

Grazie ad una vera e propria progettazione in funzione della destinazione d’uso, al dimensionamento della lastra e ad una scelta mirata dei materiali, Studio Tecnico Max è in grado di offrire ai propri clienti il vero pavimento monolitico con elevate garanzie di portata, planetaria e resistenza nel tempo.

RESISTENZA AGLI SHOCK TERMICI

La Laser Screed vibrocompatta il calcestruzzo, elimina le particelle di aria presenti e rende il pavimento più resistente.

IMPERMEABILI ALLE INFILTRAZIONI D’ACQUA

La bassa porosità del calcestruzzo impiegato non permette all’acqua di penetrare nella pavimentazione.

MANUTENZIONE MINIMA

Grazie alle accortezze tecniche il pavimento non sarà esposto ai rischi.

 

Pavimento Tradizionale

Binomio di praticità e convenienza, sono adatti a tutti i carchi.
Per pavimentazione industriale tradizionale si intende una superficie in calcestruzzo realizzata con campiture di getto di dimensioni modeste. Il calcestruzzo è un materiale formato dall’unione di un legante idraulico (cemento) con elementi lapidei detti aggregati (sabbia, pietrisco, ghiaia), i quali vengono amalgamati con acqua sino a formare una miscela.

PERSONALIZZABILE
È personalizzabile a seconda delle necessità derivanti dall’attività svolta e a seconda dei gusti.
RESISTENTE
Il mix design del calcestruzzo viene studiato per ottenere un pavimento durevole.
ECONOMICO
I costi di manutenzione sono contenuti in quanto il pavimento presenta caratteristiche standard.

Pavimento Planarità Controllata

I pavimenti in calcestruzzo ad uso industriale devono avere il requisito della planarità, cioè non presentare irregolarità, nè convesse nè concave. Secondo la normativa UNI 11146:2005: “Il grado di planarità di una pavimentazione deve essere definito progettualmente, anche ai fini della scelta del metodo costruttivo”.

MOVIMENTAZIONE MERCI SICURA
I carrelli elevatori a grande altezza e le scaffalature avranno una base di appoggio lineare con un’ottima sicurezza per gli addetti ai lavori.
MANUTENZIONE MINIMA
È sufficiente adottare una manutenzione standard, in caso di perdita di planarità è possibile ripristinarla con tempistiche rapide.
RISPETTO NORMATIVA UNI 11146:2005
Le tolleranze di planarità adottate sono molto basse per rispettare le norme di sicurezza in materia di movimentazione e stoccaggio di merci.

LASER SCREED

Macchina Laser per la vibrazione e stesura del calcestruzzo su ampie superfici, con notevole riduzione dei tempi di lavorazione.

SPREADER MACHINE

Spolverina meccanica per l’incorporo  diretto del manto d’usura su ampie superfici, con noteveli risparmi dei consumi e dei tempi di lavorazione con la fratazzatrice.

SLIP FORM

Vibrofinitrice meccanica per la realizzazione di pavimentazioni continue come grandi piazzali, aeroporti, scali marittimi e ferroviari, logistica ecc..